Filaria – i consigli del veterinario
16 aprile 2015
La Leishmaniosi – i consigli del Veterinario
24 aprile 2015

Perché è necessario vaccinare?

vaccinazione gattovaccinazione caneLe malattie che possono colpire il vostro animale sono numerose ed alcune di esse possono sono pericolose in particolare durante i primi mesi di vita, a tal punto da causare la morte di un cucciolo. La vaccinazione rimane l’unico strumento in grado di proteggere il nostro animale.

I cuccioli che nei primi giorni dalla nascita hanno assunto il colostro (latte materno) sono protetti durante le prime settimane della loro vita dall’immunità anticorpale passiva. Questa immunità, comunque, diminuisce rapidamente lasciando il cucciolo suscettibile alla malattia nel giro di alcune settimane.

La scelta dei tempi di vaccinazione del cucciolo cambiano da cucciolo a cucciolo anche in base all’esposizione a rischio.

Se eseguita regolarmente, la vaccinazione può proteggere la vita del tuo animale!


Il libretto di vaccinazione

libretto vaccinazioni gatto caneA completamento della vaccinazione di base del cucciolo, il proprietario riceverà un “LIBRETTO DI VACCINAZIONE”, che riporta la registrazione delle vaccinazioni eseguite e che indica la data del prossimo appuntamento per il richiamo.

Questo libretto può essere richiesto nelle pensioni, nelle mostre, nelle scuole di addestramento e durante i viaggi. Naturalmente servirà anche al Veterinario per le consultazioni sulle vaccinazioni eseguite, pertanto tale documento andrà conservato con cura.


A che età si deve fare la prima vaccinazione?

vaccinazioni cane gatto

L’età indicata per eseguire la prima vaccinazione nel cucciolo è intorno alle 8 settimane di vita, momento in cui si riduce notevolmente la quantità di anticorpi ricevuti dalla madre (immunità passiva) e bisogna “stimolarli” a produrre nuovi anticorpi (immunità attiva).
Solo in rari casi, e soltanto per la vaccinazione anti-parvovirosi, è necessario anticipare i tempi di 2-3 settimane,  le altre vaccinazioni non devono mai essere praticate troppo precocemente  in quanto provocherebbero l’annullamento dell’immunità materna senza produzione di nuovi anticorpi.

è di vitale importanza consultare un Medico Veterinario per stabilire il programma vaccinale del cucciolo in base all’età, alla razza, ai rischi legati all’ambiente e allo stile di vita. Per assicurargli una protezione immunitaria efficace, è inoltre importante effettuare un richiamo delle prima vaccinazione dopo 3 settimane. In questo modo innalziamo ulteriormente la risposta immunitaria, bassa con il primo vaccino.

Queste prime vaccinazioni nella vita del cane costituiscono la “VACCINAZIONE DI BASE”.

Le vaccinazioni del cane prevedono la protezione da varie forme infettive importanti, quali parvovirosi, epatite infettiva, cimurro, leptospirosi.

Le vaccinazioni nel gattino servono a prevenire forme respiratorie virali da Herpesvirus e Calicivirus, e l’enterite virale da Parvovirus (panleucopenia felina).
Esistono anche vaccini particolari che vengono consigliati quando ritenuto opportuno o necessario, come quello contro la leishmania e quello contro la rabbia per il cane e quella contro la  leucemia virale

In particolare, la vaccinazione contro la rabbia, che può essere eseguita non prima che il cucciolo abbia compiuto 3 mesi d’età, viene richiesta quando: ci si deve recare all’esteroo per altre situazioni in cui viene richiesto esplicitamente, come per viaggi in aereo, esposizioni cinofile, ecc..

E’ necessario ripetere le vaccinazioni?

L’immunità verso le malattie non dura per sempre e gradualmente si affievolisce, lasciando che il cane possa correre dei rischi. Fino all’anno di età è opportuno che il giovane cane riceva tutte le vaccinazioni di base necessarie che gli consentano di raggiungere una solida immunità.

Nel cucciolo è necessario effettuare il richiamo dopo 21-30 giorni dal primo vaccino per ottenere il così detto effetto booster cioè di potenziamento dell’efficacia del vaccino. Nell’adulto invece è necessario un richiamo annuale mentre contro la leptospirosi si preferisce effettuarla ogni 6 mesi o  anche più spesso in cani a forte rischio.

E’ opportuno che il cane sia sottoposto ad un check-up di controllo annuale. Con l’occasione il Veterinario potrà verificare le condizioni generali dell’animale ed attuare gli opportuni richiami vaccinali.